Sei in Home > Conservazione > Biodiversità vegetale > Dinamica aree incendiate

Dinamica vegetazionale in aree incendiate

L’Ente Parco è impegnato da diversi anni nello studio della dinamica vegetazionale in aree percorse da incendi, con particolare attenzione a tipologie vegetazionali per le quali, rispetto a questo argomento, non vi è grande disponibilità di dati in letteratura.

Con la collaborazione dell’Università degli Studi dell’Aquila, è stata condotta una prima ricerca sull’evoluzione della vegetazione a seguito dell’incendio che ha interessato, nell’anno 2000, una porzione considerevole del settore orientale del massiccio della Majella. Per lo studio sono stati impiantati 20 quadrati permanenti, di cui 3 nella mugheta, la tipologia vegetazionale per la quale le conoscenze erano più scarse e di enorme valore conservazionistico e biogeografico.

Lo studio ha rivelato, tra le altre cose: la rapida colonizzazione da parte di specie annuali, soprattutto alle quote più basse; una buona resilienza delle vegetazioni di prateria altomontana; una preoccupante lentezza nella ricolonizzazione ad opera del pino mugo.
Attualmente, a partire dal 2009, i tecnici dell’Ente stanno monitorando l’evoluzione dinamica della vegetazione in un’area di faggeta percorsa da incendio nel territorio comunale di Roccamorice. Anche al fine di stabilire, per il futuro, le modalità operative più efficaci in eventuali situazioni analoghe che dovessero malauguratamente verificarsi, sono stati impiantati 8 quadrati, in due diverse condizioni stazionali, di cui 2 lasciati all’evoluzione naturale, 2 in cui si è operata una semina di specie forestali e pre-forestali ecologicamente compatibili, 2 in cui sono stati impiantati individui delle stesse specie, 2 non percorsi da incendio che sono utilizzati come testimone.

Per ogni quadrato vengono rilevati, annualmente, la composizione floristica quali-quantitativa e tutti gli individui legnosi di cui vengono annotati la specie, l’altezza e l’origine (da seme o da ricaccio). I dati finora raccolti e le analisi eseguite sono da considerarsi ancora preliminari.

Immagine di un'area incendiata
Immagine dell'area incendiata nel 2005
Immagine dell'area incendiata
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.