Sei in Home > Uomo e territorio > Eremi e luoghi di culto rupestri > Complesso rupestre S. Liberatore

Complesso rupestre di S. Liberatore

Comune: Serramonacesca (PE).

Località: Nei pressi di S. Liberatore, a circa 335 m s.l.m.

Struttura: Nascosto da una fitta vegetazione, il complesso rupestre di S. Liberatore è situato sotto una parete rocciosa a venti metri dalla strada che porta all’omonima abbazia benedettina.
Il monumento, a pianta pseudorettangolare con volta irregolare, è costituito da un frontone poggiante su due colonne, una delle quali s’interrompe all’ingresso della prima cella e da una nicchia posta al centro della facciata.
Sia il frontone che le colonne recano lievi incisioni. La struttura presenta due celle: nella prima (170 cm x 130 cm) una successiva fase di scalpellatura ha reso più grande lo spazio, mentre sul lato sinistro è stato ricavato un lungo sedile. La seconda cella (150 cm x 80 cm), posta a circa quattro metri dalla prima, è a forma quadrata ed è coperta a volte a botte con un arco fortemente ribassato. Un’altra piccola nicchia è stata scavata sulla parete di fronte all’ingresso, mentre tracce del battente, dei buchi per i cardini ed una piccola soglia si trovano proprio all’ingresso.

Storia e tradizioni: È presumibile ritenere che l’opera sia nata per volontà dei monaci benedettini di S. Liberatore che la utilizzavano o per ricavarvi delle tombe o per realizzare delle celle eremitiche. Non è da escludere, inoltre, che sia stata utilizzata successivamente come ricovero per gli animali.

Si raggiunge: dalla strada tra Serramonacesca e il Monastero di S. Liberatore a Majella

Informazioni per la visita: CEA Grande Faggio – Tel. +39. 0871.898143 - +39. 335.5995995
Email: info@ilgrandefaggio.it

Immagine dell'interno del complesso rupestre di S. Liberatore
Immagine della roccia del complesso rupestre di S. Liberatore
Immagine del complesso rupestre di S. Liberatore
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.