Sei in Home > Visita il parco > Da non perdere > Eremo di Santo Spirito

Eremo di Santo Spirito

Fra i più importanti cenobi della Majella, sorgeva nell’alta Valle di S. Spirito già da prima del 1000 e fu ricostruito da Pietro da Morrone (Papa Celestino V) per ospitare la Congregazione Celestina. Numerosi devoti giungono qui per la “Perdonanza”, il 29 agosto, quando si svolge una piccola processione nei pressi dell’eremo.

Dove si trova: Nell’omonimo vallone e si raggiunge in auto dal borgo di Roccamorice.

GPS: 42.169988 - 14.091334

Curiosità: L’eremo ha visto nei secoli la presenza di migliaia di pellegrini e personaggi come Desiderio, futuro papa Vittore III, Cola Di Rienzo e il Beato Roberto Da Salle, che fu priore del monastero dal 1310 al 1317.

Informazioni e visita: Centro di Visita del Parco di Caramanico Terme e Centro informazioni del Parco a San Valentino

Leggi di più: L’eremo, scavato nella roccia, ospita la stanza del Crocefisso con un piccolo altare e tracce di affreschi, dove la tradizione vuole che pregasse Pietro. Superata la chiesa e la “Casa del Principe” la ripida “Scala Santa”, interamente intagliata nella roccia, conduce agli orti ricavati su strette terrazze naturali e all’Oratorio della Maddalena.

Immagine dell'ingresso dell'eremo Immagine dell'interno dell'eremo Immagine del paesaggio dall'eremo
Indietro
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.