Sei in Home > Visita il parco > Da non perdere > Monte Porrara

Monte Porrara

Con i suoi 2.137 metri il Monte Porrara si sviluppa come propaggine meridionale della Majella. Dalle sue pendici si origina il fiume Aventino, le cui acque provengono però dalle alte quote del Quarto di Santa Chiara, dove inghiottitoi carsici le convogliano nel cuore della montagna e le lasciano sgorgare più a valle.

Dove si trova: a ovest è delimitato dal Monte Pizzalto e dal Piano Cerreto e dal Quarto S. Chiara, ad est dalla Valle dell’Aventino e a nord dal Guado di Coccia che lo separa dalla Majella. Si raggiunge da Palena, Campo di Giove e Pescocostanzo.

Curiosità: alcune grotte scavate nel cuore calcareo della montagna ospitarono Celestino V Papa (eremita in una grotta vicino al Santuario della Madonna dell'Altare), ma anche da San Falco e San Nicolò da Forca Palena.

Informazioni e visita: Centro informazioni del Parco di Pacentro, Museo dell’Orso Marsicano di Palena e la Foresteria dei Quarti alla Stazione di Palena.

Leggi di più: L’intera dorsale della montagna è attraversata dal sentiero del Parco (P) che inerpicandosi dal Guado di Coccia, e dopo aver toccato le due vette del monte, degrada fino alla Stazione di Palena.

Immagine del Monte Porrara in autunno Immagine del Monte Porrara in inverno Immagine del Monte Porrara lungo la Cresta
Indietro
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.