Sei in Home > Visita il parco > Da non perdere > Pennapiedimonte e Valle dell'Avello

Pennapiedimonte e Valle dell'Avello

Posta ai piedi del Vallone delle Tre Grotte, Pennapiedimonte è arroccata su un costone a picco sulla forra del fiume Avello. La Valle offre profondi canyon, grotte quasi inaccessibili (dell’Inferno e dei Faggi) e numerose grotte pastorali (la più nota è quella di “Fratanalle”). Dall’inizio della Valle (il Balzolo) una comoda strada si addentra nella valle, mentre con i sentieri G1 e G2 è possibile risalire verso i Prati della Majelletta, oppure verso le Gobbe di Selvaromana.

Dove si trova: sul versante orientale della Majella, si raggiunge da Guardiagrele attraverso Bocca di Valle, oppure dal borgo di Palombaro.

Curiosità: Il paese prende il nome dalla caratteristica “Pinna” in pietra posta sulla sommità del paese (“Cimirocco” per i locali), da alcuni identificata come la “dea Maja” per via della somiglianza della struttura rocciosa ad una donna seduta.

Informazioni e visita: Centro di Visita del Parco di Fara S. Martino

Leggi di più: Da vedere la parrocchiale del XVIII secolo con preziose tele di Nicola Ranieri (1749 - 1850). All’imbocco della valle, poco oltre la galleria, sono numerosi anche gli itinerari di arrampicata sportiva.

Immagine della Pinna a Pennapiedimonte Immagine del paese Immagine di Pennapiedimonte
Indietro
Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.