Sentiero del Parco

Il sentiero del Parco (83 km. circa) è uno dei grandi trekking del Parco che richiede almeno 4 giorni di cammino passando per tutte le vette principali della Majella. La partenza è da Popoli, proprio di fianco alle sorgenti del Giardino. Il primo giorno si effettua la traversata della montagna del Morrone fino ad arrivare a Caramanico (1° tappa). Il giorno successivo da Caramanico terme, si risale in direzione dell’abitato di Decontra, e attraversata la faggeta della Macchia di Abbateggio, si scende nel fondo della valle di Santo Spirito, per poi risalire sul versante opposto arrivando all’eremo di Santo Spirito a Majella; da qui continuando a salire si arriva presso Fonte Tettone (2°tappa). Il terzo giorno si percorre l’itinerario “Indro Montanelli”, passando per la Tavola dei Briganti e si giunge al Fontanino di Monte Cavallo, da qui si sale decisamente, passando per il Bivacco Fusco fino alla zona sommitale, da qui si percorre l’alta via della Majella fino a Monte Amaro, dove si trova  il Bivacco Pelino (3° tappa). Dal punto più alto della Majella, i 2793 m. di Monte Amaro, l’ultimo giorno del trekking si inizia la discesa sul versante meridionale del massiccio, passando per Grotta Canosa, si attraversa l’intera valle di Femmina Morta, in direzione sud arrivando prima in località Fondo di Femmina Morta e poi a Tavola Rotonda.

Si scende decisamente verso valle, costeggiando i vecchi impianti sciistici, lungo un ripido pendio che termina a Guado di Coccia, si prosegue risalendo di quota in direzione sud sul Monte Porrara. Il sentiero percorre la splendida ed aerea cresta fino a toccare la vetta. La discesa da qui porta infine sulla strada asfaltata sul Quarto Santa Chiara (nei pressi della Stazione di Palena), uno degli altopiani che caratterizzano l’area meridionale del Parco Nazionale della Majella. 

Navigando il sito parcomajella.it acconsenti all'utilizzo dei Cookie. Per maggiori dettagli.