13 Luglio 2020





UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

Il Camoscio appennninico

La Fauna del Parco
Rupicapra pyrenaica ornata

Le cime più alte e impervie del Parco Nazionale della Majella, in particolare l'area del Monte Acquaviva e di Cima delle Murelle, ospitano durante i mesi estivi numerosi branchi di Camoscio appenninico, che ormai, a distanza di venti anni dalla reintroduzione, hanno superato complessivamente i 700 individui, costituendo una delle popolazioni più numerose ed in salute di questa sottospecie endemica dell'Appennino centrale. Anche il numero dei nuovi nati che vengono conteggiati durante i censimenti estivi, generalmente effettuati nel mese di luglio quando le femmine con i piccoli si riuniscono a formare branchi numerosi, è in costante aumento e nel 2012 sono stati avvistati più di 200 camoscetti nati tra la fine del mese di aprile e gli inizi di giugno.
All'incremento del numero di camosci e di branchi presenti all'interno del Parco è seguita anche l'espansione in nuove aree come la Valle dell'Orfento e la Val Cannella dove da alcuni anni si sono stabili dei branchi riproduttivi, costituiti da femmine e camosci giovani a cui in autunno, all'inizio del periodo degli amori, si uniscono anche i maschi.

Negli ultimi anni ha avuto avvio anche un processo di colonizzazione degli altri massicci del Parco, situati a distanze maggiori rispetto all'area di presenza principale, come il Monte Porrara o le Montagne del Morrone e dove attualmente sono presenti diversi camosci, in particolare maschi giovani in fase di dispersione.

Durante il periodo invernale i branchi di camoscio compiono degli spostamenti dalle aree estive e autunnali per arrivare a svernare nelle lunghe e selvagge valli presenti nel versante orientale del massiccio della Majella come la Val Serviera, la Valle di Fara San Martino, la Valle di Pennapiedimonte. In questo periodo, soprattutto i gruppi di femmine con i piccoli, utilizzano prevalentemente ripidi pendii rocciosi con una favorevole esposizione rispetto all'irraggiamento solare, dove di conseguenza l'accumulo nevoso risulterà minore e maggiori saranno le possibilità di poter trovare cibo e riparo dai rigori invernali.

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account