26 Ottobre 2020





UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

Monitoraggio flora di pregio

La perdita di biodiversità è uno dei problemi urgenti del mondo contemporaneo. La conservazione delle specie a rischio di estinzione necessita di studi che possano supportare le scelte gestionali. Il Parco Nazionale della Majella ha messo in atto un programma di monitoraggio per conoscere le tendenze demografiche di cinque specie vegetali rare:

Pinguicula fiorii
Le popolazioni non mostrano, in quasi tutte le stazioni indagate, una riduzione nel numero di individui. I ratei di fioritura e di fruttificazione sono piuttosto altalenanti, ma comunque sempre piuttosto elevati. La specie non corre quindi, al momento, pericolo immediato di estinzione.

Androsace mathildae
Si assiste a un elevato turnover dei pulvini, con aumento progressivo del numero e diminuzione delle dimensioni. I ratei di fioritura e di fruttificazione variano negli anni, senza trend evidenti.

Soldanella minima subsp. samnitica
Il numero di individui è soggetto a piccole fluttuazioni, verosimilmente dipendenti dall’andamento meteorologico stagionale. La percentuale di fiori fruttificati è in genere bassa. Pericoli potrebbero aversi, quindi, a lungo termine.

Cypripedium calceolus
L’unica popolazione nota nel Parco è in declino: le poche decine di individui ed il numero di fiori sono in costante diminuzione. I frutti, pochissime unità, non riescono a maturarsi tutti gli anni. Il pericolo di estinzione a livello locale è imminente. L’Ente Parco ha già avviato azioni per la salvaguardia della specie.

Lonicera nigra
Nell’unica stazione del Parco, gli individui di Caprifoglio nero, poche decine, presentano i rami principali deperienti e la produttività confinata ad uno o pochi rami giovani. Ciò non compromette però il successo riproduttivo della popolazione che mostra ratei di fioritura e di fruttificazione discreti. Anche per questa specie, estremamente rara, l’Ente Parco ha avviato azioni per la conservazione.

Studi analoghi sono appena stati avviati sulle altre specie vegetali di interesse comunitario, cioè Adonis distorta, Astragalus aquilanus e Himantoglossum adriaticum.
Dimensione: 7,16 MB
Censimento e monitoraggio Betula pendula Roth
Dinamica vegetazionale in aree incendiate
Evoluzione paesaggio agrario
Pino nero italico

ISCRIVITI ALLA BRODCAST
[]
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
[]
ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio