05 Agosto 2020





UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

UN PARCO DI MONTAGNA
AFFACCIATO SUL MARE

La Fauna del Parco

Il Parco Nazionale della Majella ospita una fauna vertebrata ricca e diversificata, costituita in molti casi da importanti popolazioni a livello nazionale ed internazionale di molte delle principali e più rare specie di mammiferi, uccelli, rettili ed anfibi che caratterizzano gli ambienti montani appenninici.
Il Lupo Appenninico, specie simbolo del Parco, si riproduce in maniera stabile e regolare in tutti i settori del Parco, con una popolazione costituita da 10 branchi differenti che si nutrono quasi esclusivamente delle prede naturali presenti nei diversi ambienti che caratterizzano il territorio del Parco.
Il Camoscio appenninico, dopo la reintroduzione avviata nel 1992, è attualmente presente con una delle popolazioni più importanti e in salute di questa specie, che attualmente conta oltre 1300 individui, e che dopo aver stabilito in questi anni la sua roccaforte nell'area del Monte Acquaviva e Cima delle Murelle, sta colonizzando tutte le aree del parco caratterizzate da ambienti idonei ad ospitare branchi riproduttivi di camoscio. Attualmente Capriolo e Cervo, in seguito alle reintroduzioni effettuate negli scorsi decenni e alla naturale espansione che ne è seguita, hanno colonizzato tutte le aree idonee del Parco, con una popolazione che per entrambe le specie è di oltre i 1000 individui, uniformemente distribuita e stabile da alcuni anni nel caso del capriolo, concentrata in particolare nel settore settentrionale del Parco, ma in fase di colonizzazione di nuove aree, nel caso del cervo.
Gli ambienti forestali del Parco, sottoposti ormai da diversi anni ad una oculata politica di conservazione, gestione ed utilizzo razionale delle risorse boschive, ospitano una importante popolazione di Gatto selvatico, presente in diverse aree è anche la rara ed elusiva Martora e molte specie di uccelli legati agli ambienti forestali come il Picchio dalmatino, la Balia dal Collare, il Falco pecchiaiolo, Astore e molte altre specie, tra cui anfibi particolarmente rari come l'Ululone appenninico, la Salamandra appenninica e la più rara Salamandrina di Savi. Negli aspri e grandi valloni calcarei, tipici del versante orientale del massiccio della Majella, vivono tra le più importanti colonie appenniniche di Gracchio corallino, Gracchio alpino, Rondone maggiore e importanti popolazioni di Aquila reale, Picchio muraiolo, Falco pellegrino e il raro Lanario. Alle quote più elevate negli ambienti delle mughete e praterie d'alta quota vivono diverse specie rare o localizzate come la Vipera dell'Orsini, il Merlo dal collare, il Fringuello alpino, il Sordone, l'Arvicola delle nevi, mentre i vasti pianori sommitali sono regolarmente frequentati dal Piviere tortolino, in particolare durante le migrazioni.
risultati: 1-12 / 12
ALTRI RISULTATI

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio