25 Maggio 2024
Un Parco di Montagna affacciato sul Mare

Sulmona

Via Panfilo Mazzara, 21
67039 Sulmona (AQ)
Telefono: 08642421
Sito internet: www.comune.sulmona.aq.it
Email: protocollo@comune.sulmona.aq.it
PEC: protocollo@pec.comune.sulmona.aq.it
Densità: 387,54 abitanti per Km2
Estensione: 57,93 per Km2
Popolazione: 22288 abitanti (Istat, novembre 2022)
Nome abitanti: Sulmonesi
Sulmona, il più grande centro del Parco Nazionale della Maiella, si colloca nella Valle peligna a 405 m s.l.m, tra il torrente Vella e il fiume Gizio ed è sovrastata ad Ovest dal Morrone e dalla Maiella. È conosciuta in tutto il mondo come la città dei confetti e per aver dato i natali a Publio Ovidio Nasone.

Le origini di questa città sono ricollegabili alla distruzione di Troia, come documentato da Ovidio e Silio Italico e il nome deriverebbe da uno dei compagni di Enea. Il centro storico appare circondato da una circonvallazione continua che avvolge tutto il perimetro delle mura ed è suddiviso in sette quartieri che ogni anno gareggiano durante la manifestazione rinascimentale della ''Giostra cavalleresca''.

Tra i luoghi di maggiore interesse si trovano la Cattedrale di San Panfilo, patrono della città che viene festeggiato il 28 di aprile, il complesso della Santissima Annunziata, la Chiesa di Santa Maria della Tomba, il Tempio dedicato ad Ercole Curino, Palazzo Tabassi e l'Acquedotto Svevo.

Tra i musei visitabili rientrano il Polo Museale Civico Archeologico e quello Diocesano, l’antica fabbrica di confetti Pelino, oggi divenuta sede del Museo dell'Arte e Tecnologia Confettiera o ancora la mostra su Celestino V, nell’Abbazia di Santo Spirito al Morrone.

Quest’ultima è posta presso il complesso della Badia morronese (oggi sede operativa del Parco) costruita nella metà del 1200, per volere del frate Pietro Angeleri da Morrone (futuro Papa Celestino V) che si recò in eremitaggio presso il sovrastante eremo di Sant'Onofrio al Morrone.

Della Settimana Santa sulmonese, viene ricordata la processione del Venerdì Santo, che si snoda per tutto il centro storico e che richiama un gran numero di fedeli. È organizzata dai confratelli della SS. Trinità, motivo per cui è nota anche come Processione dei Trinitari. Nella mattina della domenica di Pasqua, si celebra la Madonna che scappa in piazza, una delle più antiche rappresentazioni sacre della tradizione del paese.

Risalente al XIII secolo, è la Giostra cavalleresca che ha luogo nell’attuale piazza Garibaldi. Quest’ultima è preceduta da un corteo storico in cui si esibiscono dame, cavalieri, sbandieratori e suonatori di chiarine, in abiti rinascimentali. La gara consiste in un torneo cavalleresco con i cavalieri che percorrono al galoppo il tracciato tentando di infilare con la lancia gli anelli di diverso diametro. Il punteggio è calcolato in base al numero degli anelli infilati, e al termine della prima fase i quattro cavalieri che avranno conseguito il miglior tempo si contenderanno la vittoria finale e l'agognato "Palio", realizzato di volta in volta da apprezzati pittori italiani e stranieri.

Questo territorio contribuisce alla biodiversità agricola autoctona della Maiella con la coltivazione di una serie di varietà autoctone: le tipologie di legumi come il tondino, l’aquilano, il tabacchino e il gentile, e l’aglio rosso di Sulmona riconoscibile per i bulbi bianchi, gli spicchi rossi e le dimensioni ridotte rispetto alle altre tipologie di aglio.


Un giro per Sulmona
Il Meteo nel Comune

Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo E-mail per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
(Testo completo) obbligatorio
generic image refresh

cookie