30 Settembre 2022
Parco Nazionale della Maiella



UN PARCO DI MONTAGNA



AFFACCIATO SUL MARE

Dal Balzolo al Linaro

Itinerari aperti
SCHEDA TECNICA

Grado di difficoltà: E - ESCURSIONISTICO
Tipo di itinerario: escursione
Località di partenza/arrivo: località Balzolo nel borgo di Pennapiedimonte (m 705)
Dislivello in salita/discesa: m 150
Tempo di percorrenza: 4 ore
Punti acqua: Balzolo, Linaro
Codici sentieri in ordine di percorrenza: G2

Strutture informative del Parco più prossime alla zona:
Centro Informazioni di Pretoro

ALTRE INFORMAZIONI
Il percorso è consigliato a tutti, anche le famiglie, in quanto non presenta difficoltà né problemi di orientamento. È molto importante non abbandonare la strada sterrata poiché il versante della valle è molto scosceso e costellato da alte pareti.

DESCRIZIONE:
Dal belvedere del Balzolo, a monte dell'abitato di Pennapiedimonte, si imbocca l'evidente percorso turistico che solca il versante della valle sfruttando una galleria artificiale per superare un'alta parete rocciosa. Si cammina al cospetto di splendidi scenari montani procedendo prima su una pista lastricata, poi su sterrata. Raggiunta la località “tre cantoni” si inizia a scendere oltrepassando una seconda galleria artificiale. Il percorso è assolutamente facile da seguire e permette di godere in ogni momento dei meravigliosi panorami. Man mano ci si avvicina al torrente Avello che si raggiunge nei pressi dell'area pic nic, dove c'è anche una fontana. Subito dopo sulla sinistra è visibile una bella cascata, mentre a poche centinaia di metri si incontra il bivio per proseguire verso le “Gobbe di Selvaromana”. Il nostro percorso continua lungo la sterrata fino alla “Madonna delle Sorgenti”, località posta in corrispondenza di una curva dove c'è un'ulteriore fontanella e una teca sacra. Il ritorno si effettua sullo stesso itinerario dell'andata.

Punti di particolare interesse:
Valle dai panorami infiniti, sono visibili la spettacolare forra dell'Avello, la Cima delle Murelle e la Valle di Selvaromana. Lungo il tragitto è facile osservare le tante grotte, spesso chiuse da muri a secco poiché utilizzate in passato come ricoveri pastorali. Da non perdere la cascata del Linaro.

Particolarità Flora/Fauna
Il suo aspetto brullo e spoglio nel versante esposto a meridione è dovuto al lungo sfruttamento come zona di pascolo. Oggi la vegetazione spontanea sta prendendo il sopravvento sul pascolo, ma a causa del suolo roccioso e sassoso crescono solo piante pioniere, come ad esempio il Carpino nero e il Ginepro. Tra gli animali che popolano la valle ricchissima presenza di avifauna che comprende il Falco pellegrino, il Falco lanario, il Rondone alpino e il Corvo imperiale.

Nelle vicinanze puoi visitare
In località Balzolo sono presenti antiche cave di pietra dove sono visibili ancora pile per l'olio in fase di cavatura.

Come raggiungere il punto di partenza del sentiero
In auto:
A14 uscita Pescara Ovest-Chieti; Superstrada S.S. 81 per Guardiagrele, poi S.P. 215 ed imboccare S.P. 263 fino a Pennapiedimonte.
In treno: la stazione più vicina è a Chieti Scalo, a 40 km da Pennapiedimonte
In autobus: servizi TUA da Pescara e Chieti per Guardiagrele, coincidenza da Guardiagrele per Pennapiedimonte.

ORGANIZZA UN'ESCURSIONE
[]
SENTIERI A 6 ZAMPE
[]
ITINERARI IN MTB
[]
STATO DEI SENTIERI
[]
ISCRIVITI ALLA BRODCAST
[]
ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
[]
ISCRIVITI AL CANALE YOUTUBE
[]

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

visibility
NON SONO REGISTRATO

crea account
invia a un amico
icona per chiudere
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
 (testo completo) obbligatorio
refresh


cookie